Roubaisienne Milo Siluro Milo pesca

Roubaisienne Milo 2018 – Siluro per BIG FISH!


ROUBAISIENNE SILURO – LA ROUBAISIENNE MILO DA TIRO ALLA FUNE

In occasione di precedenti recensioni abbiamo già detto come il 2018 sia l’anno della Rivoluzione Rossa per Milo. Prima il paniere Limited Edition, poi la gamma di ami Yoiro, infine la Siluro. La roubaisienne Milo che sta facendo più notizia. La Roubaisienne Siluro è un prodotto realizzato principalmente per il mercato francese. Una canna che aveva ed ha come obiettivo la pesca dei pesci di grossa, grossissima taglia. Nata per la pesca al siluro nei fiumi francesi, ha rubato la scena per un’innovativa pesca allo storione con la roubaisienne. Ovviamente risulta perfetta anche per la ricerca di carpe ed amur oltre i dieci chilogrammi.




In Italia ed Europa questa roubaisienne Milo ha comunque fatto notizia per la pesca allo storione. I primi video della storica azienda milanese risalgono al mese di febbraio con Maurizio Teodoro protagonista. Nonostante siano passati ormai quattro mesi, l’attenzione non è affatto calata, anzi. C’è sempre maggiore interesse da parte dei pescatori italiani su questo tipo di canna.

Per soddisfare tutte le esigenze e risultare perfetta in ogni condizione di pesca, dal laghetto all’ambiente libero, la Roubaisienne Siluro è disponibile in tre misure. Dalla più corta 9.50 metri, fino alla 13 metri, passando per la misura intermedia di undici metri. Canna dotata di un unico kit alla vendita, è stata realizzata con un carbonio ultra resistente ad altissimo modulo. Obbligatorio quando si mette sotto sforzo l canna in combattimenti con pesci di peso anche superiore ai cinquanta chilogrammi.

Non è un caso che Milo abbia deciso di creare anche altri prodotti che possano adattarsi a questa nuova tipologia di pesca. Parliamo in particolare dei nuovi elastici MiSol e MiHol. Due nuove linee di elastici disponibili anche nelle dimensioni XXL ovvero da 4.00 – 5.00 – 6.00 mm. Misure che ancora nessuno ha lanciato sul mercato, ma indispensabili con pesci di taglia XXL.

Assieme a Maurizio Teodoro e lo stesso Milo abbiamo avuto modo di vedere in azione questo prodotto in più occasioni. La prima occasione è stata al Lago dei Gabbiani di Somma Lombardo. Un lago che basa gran parte della propria pescata sullo storione. Normalmente la pesca avviene con le classiche canne a mulinello, ma è stata l’occasione per testare per la prima volta la Roubaisienne Milo Siluro. La seconda occasione è stata invece al Laghett di Amis, assieme ad Andrea Ferrario del negozio Todeschini per la pesca.

In questo caso, Milo stesso ha preso parte al video pubblicato sotto l’articolo nel quale spiega perfettamente le caratteristiche di questa canna. Protagonista di giornata sono state le grosse carpe del lago milanese. La terza uscita è invece avvenuta ai Laghi Verdi di Inverigo. In questa occasione erano tre le specie che si potevano catturare : carpe, storioni ed amur. Se per gli storioni non si sono visti pesci di grossa taglia, abbiamo visto la canna in azione con amur di grossa taglia.

Quando si utilizza la roubaisienne bisogna essere assolutamente sicuri di andare a pescare pesci di grossa taglia. In caso contrario diventa quasi difficile veder piegarsi la canna. L’elastico viene montato normalmente su tre pezzi quando si pescano pesci fino a venticinque chilogrammi. Superata questa soglia bisogna rivedere un po’ tutto l’assetto in quanto catture da trenta, quaranta, cinquanta o più chilogrammi devono essere gestiti in maniera diversa. Una cosa è certa, la robustezza di questo incredibile prodotto targato Milo non si discute.

A fare da contorno a tutto il discorso di pesca allo storione con la Roubaisienne Siluro ci sono alcuni altri prodotti di casa Milo e Bait-Tech. Oltre agli ami della Suehiro o i nuovi ami della linea Concept Carpodrome senza ardiglione, è molto importante utilizzare galleggianti resistenti, con filo passante. Ha senso utilizzare pertanto gli Spigola di Milo, galleggianti concepiti per la pesca in mare, ma che risultano ideali anche per il carpodromo.

Ovviamente il discorso Bait-Tech è legato alla pastura ed agli inneschi. Il pellet è la miglior scelta possibile per la pesca sia dello storione, sia di carpa ed amur. Considerata la taglia dei pesci che si vanno ad insidiare, le misure da utilizzare devono essere di almeno 6 millimetri. Il Carp Coarse e l’Halibut Marine regalano quell’aroma forte che tende ad attirare in particolare lo storione nell’area di pesca.

Nel video in allegato potrete ascoltare la spiegazione di Milo stesso sull’utilizzo di questa eccezionale nuova roubaisienne da tiro.

Frigerio Pesca a Cesano Maderno – CLICCA QUI

Mondo Pesca Piacenza – CLICCA QUI

Acqua Azzurra a Villanterio e sul negozio online www.acquaazzurranews.it – CLICCA QUI

Esca & Pesca Sport a Muggiò – CLICCA QUI

Todeschini a Rescaldina – CLICCA QUI

Fishingitalia – Per acquistare la canna CLICCA QUI

New Moby Dick Pesca Sport a San Giuliano Milanese – CLICCA QUI

Ranzato Pesca Sport a Monza – CLICCA QUI

Armeria T&P di Palestrina – CLICCA QUI